Soluzioni tecniche

Nella tua rete ci sono dei cadaveri? Scopri dove sono

04 Giugno 2015

Se qualcuno mi chiedesse "conosci a menadito la tua rete? E' perfetta?"
Risponderei qualcosa del tipo “non è perfetta, ma la conosco come le mie tasche, l’ho vista crescere io, figurati se non ne sono padrone… ho chiuso tutti i buchi”. Credo che questa sia la risposta che la maggiora parte di noi darebbe circa la propria rete locale e le reti dei clienti che gestisce”.

Tuttavia la realtà dei fatti è ben diversa.
 
Una fotografia imparziale e dettagliata della rete mette nero su bianco tutto quello che è rimasto abbandonato e mai sistemato (in genere per mancanza di tempo) e la colpa non è tua o mia, sai bene come vanno le cose:  una volta fai una consulenza telefonica al volo e fai cambiare agli utenti alcuni permessi, la volta dopo lasci aperta una condivisione di rete per fare alla svelta, così si fa in fretta ad accumulare cadaveri sulla propria rete.

Un recente sondaggio che Achab ha rivolto ai propri clienti illustra che non sono l’unico ad avere il problema di cadaveri in rete.
Infatti dopo aver chiesto se ciascuno, in tutta onestà, avesse mai trovato cadaveri nelle proprie reti, ecco i risultati:
 



 

Oltre ai grafici, voglio portare anche la testimonianza di una persona in carne e ossa, Stefano Figà-Talamanca, socio fondatore di Sensible data, che racconta così la sua esperienza con i “cadaveri in rete”:
 

 

Autore
Claudio Panerai
Gli ultimi prodotti che vi ho portato, nel 2020: Vade Secure Il primo sistema antispam/antihishing/antimalware basato sull'intelligenza artificiale e appositamente progettato per Office 365. Naturalmente a misura di MSP. ID Agent Piaffaforma che consente agli MSP di monitorare le credenziali (proprie e dei clienti) che sono in vendita nel dark web.
Nato a Ivrea nel 1969, è sposato e padre di due figlie. Laureato in Scienze dell’Informazione nel 1993, ha dapprima svolto numerose consulenze e corsi di formazione per varie società per poi diventare responsabile IT per la filiale italiana del più grande editore mondiale di informatica, IDG Communications. Dal 2004 lavora in Achab dapprima come Responsabile del Supporto Tecnico per poi assumere dal 2008 la carica di Direttore Tecnico. Giornalista iscritto all’albo dei pubblicisti, dal 1992 pubblica regolarmente articoli su riviste di informatica e siti web di primo piano. E' stimato da colleghi e clienti per la schiettezza e onestà intellettuale. Passioni: viaggi, lettura, cinema, Formula 1, sviluppo personale, investimenti immobiliari, forex trading. Claudio è anche su LinkedIn e Facebook.
Commenti (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato, lo utilizzeremo solamente per inviarti la notifica della pubblicazione del tuo commento. Ti informiamo che tutti i commenti sono soggetti a moderazione da parte del nostro staff.