Backup, DR e business continuity

Perché l’esclusione dei file salva il backup e riduce lo stress al sistemista

28 Gennaio 2015

Stefano, di cui non riportiamo il cognome, durante una chiacchierata ci ha detto che a un certo punto tutti i backup di un suo cliente hanno iniziato a fallire.

Improvvisamente, da un giorno all’altro, arriva un’email dal tuo fidato software di backup che dice che il backup…
“Cosa? Spazio su disco insufficiente? Come mai è diventato enorme il backup?!?”

Non aveva modificato nulla rispetto al giorno prima…. Nessuno scherzo, solo che un collaboratore del suo cliente ha pensato bene di appoggiare sul server un po’ di GB di film scaricati e li ha messi nella cartella “utenti” sul file server. Ovviamente, poiché il backup del file server salva anche le cartelle degli utenti, Stefano si era backuppato anche un bel po’ di film!
 
Gli abbiamo detto che BackupAssist aveva introdotto una funzione per risolvere proprio questi “problemi”.
La funzione è stata introdotta in BackupAssist 8.2.1 e permette di escludere file e cartelle da un job di backup.

Perché risolve il problema di Stefano? Perché dai suoi job basta escludere i file (i film) che nono vuole backuppare.
 
Ecco in dettaglio come si utilizza questa funzionalità.
Dopo aver creato un job di backup, si può utilizzare il menu Manage per aggiungere delle esclusioni (perdona il gioco di parole).
Le esclusioni servono a evitare che alcune cose vengano backuppate.
Per aggiungere le esclusioni:

  • selezionare la linguetta Backup;
  • selezionare Manage dal menu superiore: viene visualizzata la lista di tutti i job;
  • selezionare il job dal quale ti interessa escludere dei file;
  • selezionare Files and application dalla lista di sinistra;
  • selezionare la linguetta Exclusions.

 



 

A questo punto non resta che specificare le cartelle o i file che non si desidera includere nel backup.

Se anche tu hai lo stesso problema di Stefano, questa è la soluzione!

Autore
Claudio Panerai
Gli ultimi prodotti che vi ho portato, nel 2020: Vade Secure Il primo sistema antispam/antihishing/antimalware basato sull'intelligenza artificiale e appositamente progettato per Office 365. Naturalmente a misura di MSP. ID Agent Piaffaforma che consente agli MSP di monitorare le credenziali (proprie e dei clienti) che sono in vendita nel dark web.
Nato a Ivrea nel 1969, è sposato e padre di due figlie. Laureato in Scienze dell’Informazione nel 1993, ha dapprima svolto numerose consulenze e corsi di formazione per varie società per poi diventare responsabile IT per la filiale italiana del più grande editore mondiale di informatica, IDG Communications. Dal 2004 lavora in Achab dapprima come Responsabile del Supporto Tecnico per poi assumere dal 2008 la carica di Direttore Tecnico. Giornalista iscritto all’albo dei pubblicisti, dal 1992 pubblica regolarmente articoli su riviste di informatica e siti web di primo piano. E' stimato da colleghi e clienti per la schiettezza e onestà intellettuale. Passioni: viaggi, lettura, cinema, Formula 1, sviluppo personale, investimenti immobiliari, forex trading. Claudio è anche su LinkedIn e Facebook.
Commenti (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato, lo utilizzeremo solamente per inviarti la notifica della pubblicazione del tuo commento. Ti informiamo che tutti i commenti sono soggetti a moderazione da parte del nostro staff.

Tieniti aggiornato

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per restare aggiornato su tutte le nostre iniziative