Cybersecurity

Proteggere i dati personali in vacanza: il decalogo

22 Luglio 2014

Il decalogo del Garante della Privacy


 
  1. Selfie. Non tutti vogliono apparire online o far sapere dove e con chi si trovano durante le vacanze: se posti foto o video con altre persone, accertati sempre prima che queste siano d'accordo, soprattutto se inserisci dei tag.
  2. Geolocalizzazione. Se non vuoi far sapere dove sei durante le vacanze, disattiva le opzioni di geolocalizzazione di smartphone e tablet, oltre a quelle dei social network.
  3. Social network. Postare sui social network che si è in vacanza significa far sapere che la propria casa è vuota. Il pericolo aumenta se si scrive anche per quanto tempo si resterà via o in quali giorni. Evita sempre di postare informazioni troppo personali, come l'indirizzo o la foto di casa tua, sui social network. Inoltre, controlla le impostazioni di privacy limitando la visibilità dei post solo agli amici e non accettare l'amicizia online di sconosciuti.
  4. Acquisto viaggi online. Attenzione alle offerte sui viaggi che si trovano online o che arrivano via social network, email, sms, messaggistica. Virus, spyware e phishing sono in agguato. Per evitare il rischio di furto d'identità, fai attenzione ai pagamenti online (la URL del sito deve iniziare con "https" e avere il simbolo di un lucchetto).
  5. App. Le App che escono durante il periodo estivo potrebbero nascondere virus o malware. Scarica le App solo dai market ufficiali, leggi con attenzione le descrizioni (se per esempio nei testi sono presenti errori, non ti fidare) e consulta le recensioni degli utenti.
  6. Free Wi-Fi. Le connessioni offerte da locali, stabilimenti balneari e hotel potrebbero non essere sufficientemente protette o veicolare virus e malware, esponendo i dispositivi collegati a diversi rischi. In generale è meglio evitare di usare servizi che richiedono credenziali di accesso o fare home banking.
  7. Navigare online. Aggiorna costantemente i software e l'antivirus, non solo per il PC ma anche per smartphone e tablet. Mantieni aggiornati i sistemi operativi di tutti i dispositivi per garantirti maggiore protezione.
  8. Smartphone e tablet. Imposta un codice di accesso non banale per tutti i dispositivi che porti in vacanza e conserva con cura il codice IMEI, che si trova sulla scatola al momento dell'acquisto e che serve a bloccare il dispositivo a distanza. In questo modo, in caso di furto o smarrimento, minimizzerai i rischi di furto di dati. In generale non conservare dati troppo personali su smartphone e tablet ed evita che i browser e le app memorizzino le credenziali di accesso a siti e servizi. Prima di partire fai un backup di tutte le informazioni.
  9. Sms e messaggi. Nel periodo estivo se ne ricevono molti: alcuni potrebbero contenere virus, malware o spam. Non scaricare programmi, aprire allegati o cliccare link contenuti nel testo o nelle immagini dei messaggi. Non rispondere a messaggi provenienti da sconosciuti. Se usi un PC, passa il mouse su un link senza cliccarlo e verifica in basso a sinistra nel browser la URL reale al quale sei indirizzato.
  10. Il fattore umano. E' la miglior difesa: usa sempre con attenzione i tuoi dispositivi e abbi cura dei tuoi dati personali!
(Tratto da BitCity)
Autore
Claudio Panerai
Gli ultimi prodotti che vi ho portato, nel 2020: Vade Secure Il primo sistema antispam/antihishing/antimalware basato sull'intelligenza artificiale e appositamente progettato per Office 365. Naturalmente a misura di MSP. ID Agent Piaffaforma che consente agli MSP di monitorare le credenziali (proprie e dei clienti) che sono in vendita nel dark web.
Nato a Ivrea nel 1969, è sposato e padre di due figlie. Laureato in Scienze dell’Informazione nel 1993, ha dapprima svolto numerose consulenze e corsi di formazione per varie società per poi diventare responsabile IT per la filiale italiana del più grande editore mondiale di informatica, IDG Communications. Dal 2004 lavora in Achab dapprima come Responsabile del Supporto Tecnico per poi assumere dal 2008 la carica di Direttore Tecnico. Giornalista iscritto all’albo dei pubblicisti, dal 1992 pubblica regolarmente articoli su riviste di informatica e siti web di primo piano. E' stimato da colleghi e clienti per la schiettezza e onestà intellettuale. Passioni: viaggi, lettura, cinema, Formula 1, sviluppo personale, investimenti immobiliari, forex trading. Claudio è anche su LinkedIn e Facebook.
Commenti (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato, lo utilizzeremo solamente per inviarti la notifica della pubblicazione del tuo commento. Ti informiamo che tutti i commenti sono soggetti a moderazione da parte del nostro staff.