Soluzioni tecniche

Rendere VirtualBox portable

25 Marzo 2014

Per me sta diventando una fissazione: non sopporto più le applicazioni che, una volta installate, modificano il sistema operativo.

Invece amo le applicazioni portable, cioè quelle che stanno all’interno di una cartella e funzionano da lì, senza coinvolgere altri elementi del computer.
Se vuoi spostare l’applicazione in un‘altra cartella o addirittura in un altro computer, basta spostarla.
Molte applicazioni sono state rese portable, anzi esistono siti specializzati nella distribuzioni di applicazioni portable. 

Alcune applicazioni non sono riuscito a trovarle, per esempio quelle di virtualizzazione come VMware Workstation o Oracle VirtualBox.

Vediamo allora come rendere portable VirtualBox
 
L'operazione è abbastanza semplice, ma occorre seguire scrupolosamente questi passi.
  1. Scaricare l’eseguibile;
  2. decomprimerlo in una cartella;
  3. accedere alla cartella appena decompressa e lanciare l’eseguibile Portable-VirtualBox.exe. Verrà visualizzata una finestra come questa, dopo la scelta della lingua:


 
  1. Se sul computer è già stato scaricato l’installer da Virtualbox.org, occorre premere Ricerca e cercare la cartella apposita. Se non è stato scaricato (opzione consigliata) basta premere il pulsante Scaricare file di installazione di VirtualBox.


 
Il programma verrà automaticamente scaricato.
  1. Terminato il download occorre scegliere se si lavora con un sistema a 32 o 64 bit selezionando l’opzione corrispondente e premere il pulsante OK.
Non c’è altro da fare: in questo momento avete un Oracle VirtualBox portable sul vostro computer!
 
Alcune raccomandazioni
  • VirtualBox richiede diversi driver che devono interfacciarsi con il sistema operativo, per cui se non siete amministratori della macchina è possibile che vi vengano chieste credenziali con diritti amministrativi.
  • Leggere con attenzione le informazioni e le istruzioni contenute nel file Readme.txt nella cartella di VirtualBox Portable: potreste scoprire che alcune impostazioni (per esempio di rete) sul vostro computer sono da modificare.
 
Autore
Claudio Panerai
Gli ultimi prodotti che vi ho portato, nel 2020: Vade Secure Il primo sistema antispam/antihishing/antimalware basato sull'intelligenza artificiale e appositamente progettato per Office 365. Naturalmente a misura di MSP. ID Agent Piaffaforma che consente agli MSP di monitorare le credenziali (proprie e dei clienti) che sono in vendita nel dark web.
Nato a Ivrea nel 1969, è sposato e padre di due figlie. Laureato in Scienze dell’Informazione nel 1993, ha dapprima svolto numerose consulenze e corsi di formazione per varie società per poi diventare responsabile IT per la filiale italiana del più grande editore mondiale di informatica, IDG Communications. Dal 2004 lavora in Achab dapprima come Responsabile del Supporto Tecnico per poi assumere dal 2008 la carica di Direttore Tecnico. Giornalista iscritto all’albo dei pubblicisti, dal 1992 pubblica regolarmente articoli su riviste di informatica e siti web di primo piano. E' stimato da colleghi e clienti per la schiettezza e onestà intellettuale. Passioni: viaggi, lettura, cinema, Formula 1, sviluppo personale, investimenti immobiliari, forex trading. Claudio è anche su LinkedIn e Facebook.
Commenti (7)

Gent. Staff di achab.it ,
leggendo le raccomandazioni finali (eventuale installazione di alcuni drivers e impostazioni del pc) della pagina https://www.achab.it/achab.cfm/it/blog/achablog/rendere-virtualbox-portable sembra di capire che di fatto non potro’ utilizzare virtualbox portable su una macchina su cui non ho i diritti di amministratore per fare una prova con un S.O. Windows XP sp3 virtualizzato su usb con virtualbox portable, pure su usb (mi serve per fare verifiche e quindi risolvere un problema di stampa del quale non se ne viene a capo). Grazie anticipatamente se vorrete, senza fretta, rispondere. Andrea

Andrea P.,

Buongiorno Andrea P, non sono sicuro di aver capito la domanda.
Premesso che l’articola ha diversi anni ormai e quindi alcune informazioni potrebbero non essere aggiornate, se la domanda riguarda i diritti amministrativi….si, se ci sono driver da installare e mendare in memoria in genere sono richieste credenziali di amministratore.

Claudio Panerai,

salve!

ora si ottiene,con win 8.1, sempre questo errore:
Nome evento problema: APPCRASH
Nome applicazione: snetcfg_x64.exe
Versione applicazione: 5.2.3790.0
Timestamp applicazione: 436618ee
Nome modulo con errori: msvcrt.dll
Versione modulo con errori: 7.0.9600.17415
Timestamp modulo con errori: 545055fe
Codice eccezione: c0000005
Offset eccezione: 000000000000254d
Versione SO: 6.3.9600.2.0.0.768.101
ID impostazioni locali: 1040
Informazioni aggiuntive 1: a69c
Ulteriori informazioni 2: a69c85ff728b20887852ba2fb6a6c70c
Ulteriori informazioni 3: dd06
Ulteriori informazioni 4: dd06640a3ddbcaf1f5c14bbfd879ff24

gio gio,

@gio: purtroppo il tuo è un problema sistemistico, nel senso che è un crash di una libreria, non dipende da configurazioni o dalla procedure descritte.
Qui puoi trovare ulteriori informazioni http://filewiki.org/snetcfg_x64-exe/

Claudio Panerai,

Una soluzione interessante per rendere portabili le applicazioni è anche Cameyo.

Max,

e’ possibile avere il network bridged con host win 10 home 64 e guest win xp pro 32 ?

portable,

Ciao Portable, non ci sono limitazioni sulle opzioni di rete per diverse versioni di Windows 10 e XP è ancora supportato come guest, quindi non dovresti avere problemi con quella configurazione. Stai usando l’ultima versione di Virtualbox?

Furio Borsi,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato, lo utilizzeremo solamente per inviarti la notifica della pubblicazione del tuo commento. Ti informiamo che tutti i commenti sono soggetti a moderazione da parte del nostro staff.