Se va giù Facebook, Zuckerberg perde 6 milioni. E se vanno giù i tuoi server?

20 Aprile 2015

Tempo fa, dopo che si era verificato un fermo dovuto a problemi tecnici, Marta Serafini del blog 6gradi del Corriere.it ha calcolato quanto costano le interruzioni di funzionamento su Facebook, ossia quanti soldi perde Zuckerberg se il suo social network non funziona a dovere.

 
Ti riporto qui sotto l’articolo.
 

 
Quindi se si va ad analizzare quanto è costato il blocco di Facebook sulla base di questi dati, si ottiene una cifra pari a quasi 6 milioni di dollari.
Una cifra, indicativa, certo, e calcolata in modo empirico.
Ma che sicuramente fa riflettere.

E la riflessione è questa: se vanno giù i tuoi sistemi, quanti sono i soldi che perdi?

 
I cluster HC3 di Scale Computing sono gli unici sistemi virtuali pensati per la media impresa.
Sono progettati per tenere in piedi le tue applicazioni anche in caso di guasto.

E se si verifica un terremoto dove risiedono i server?
I cluster di Scale Computing hanno la replica integrata… i tuoi dati e le tue applicazioni possono stare al sicuro altrove.
Autore
Claudio Panerai
Gli ultimi prodotti che vi ho portato, nel 2020: Vade Secure Il primo sistema antispam/antihishing/antimalware basato sull'intelligenza artificiale e appositamente progettato per Office 365. Naturalmente a misura di MSP. ID Agent Piaffaforma che consente agli MSP di monitorare le credenziali (proprie e dei clienti) che sono in vendita nel dark web.
Nato a Ivrea nel 1969, è sposato e padre di due figlie. Laureato in Scienze dell’Informazione nel 1993, ha dapprima svolto numerose consulenze e corsi di formazione per varie società per poi diventare responsabile IT per la filiale italiana del più grande editore mondiale di informatica, IDG Communications. Dal 2004 lavora in Achab dapprima come Responsabile del Supporto Tecnico per poi assumere dal 2008 la carica di Direttore Tecnico. Giornalista iscritto all’albo dei pubblicisti, dal 1992 pubblica regolarmente articoli su riviste di informatica e siti web di primo piano. E' stimato da colleghi e clienti per la schiettezza e onestà intellettuale. Passioni: viaggi, lettura, cinema, Formula 1, sviluppo personale, investimenti immobiliari, forex trading. Claudio è anche su LinkedIn e Facebook.
Commenti (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato, lo utilizzeremo solamente per inviarti la notifica della pubblicazione del tuo commento. Ti informiamo che tutti i commenti sono soggetti a moderazione da parte del nostro staff.