Soluzioni tecniche

Se Windows 10 ruba spazio disco

11 Novembre 2015

A partire dal 29 luglio 2015 (data di lancio ufficiale di Windows 10) sul tuo PC Windows 7/8/8.1 molto probabilmente qualcosa è cambiato.

Che tu abbia eseguito o meno l’aggiornamento a Windows 10 hai meno spazio libero su disco, infatti sui PC appena aggiornati a Windows 10, ma anche su quelli che non vengono aggiornati subito, compaiono delle cartelle nascoste che rubano spazio sul computer.
Le domande quindi sono:

  • ci sono anche sul mio PC queste cartelle mangia-spazio?
  • Dove sono?
  • Posso eliminarle?

 
Ognuno avrà la sua risposta, ma andiamo con ordine.
 
Dove sono le cartella mangia-spazio
Le cartelle in questione in genere hanno due nomi: $Windows.~BT & $Windows.~WS.
Si trovano nelle radice del disco c:, e sono cartelle nascoste.
Per verificare se anche il tuo PC ha queste cartelle:

  • apri esplora risorse;
  • visualizza le cartelle del disco C:;
  • vai sul menu Visualizza;
  • scegli Elementi nascosti.

A questo punto, se il tuo PC ha tali cartelle dovresti vedere una cosa come quella evidenziata nella figura seguente.
 



 

Delle due cartelle incriminate ($Windows.~BT & $Windows.~WS) potresti non averne nessuna, una o entrambe.
Se fai click con il tasto destro del mouse su queste cartelle puoi scoprire quanto spazio disco stanno rubando.
Sulle macchine che ho visto io lo spazio occupato da questa cartelle può variare molto: da 50 MB a 150 GB!
 
Come sono le cartella mangia-spazio
La domanda che sorge spontanea è: ma queste cartelle servono davvero? Non si può cancellarne il contenuto per recuperare spazio disco? Si, si possono cancellare tranquillamente perché sono cartelle temporanee: se hai già installato Windows 10, contengono dati da buttare, se sei ancora su Windows 7/8/8.1 non ti precluderanno l’aggiornamento a Windows 10 quando sarà il momento.
 
Riporto direttamente dal blog di Microsoft le istruzioni “ufficiali” per cancellare queste cartelle.
Innanzitutto occorre aprire un prompt dei comandi con diritti amministravi, successivamente occorre inviare questi comandi (tieni presente che potrebbe essere necessario rispondere Yes/Si alle richieste di cancellazione da parte dei comandi impartiti):
 
takeown /F C:$Windows.~BT* /R /A
icacls C:$Windows.~BT*.* /T /grant administrators:F
rmdir /S /Q C:$Windows.~BT
 
takeown /F C:$Windows.~WS* /R /A
icacls C:$Windows.~WS*.* /T /grant administrators:F
rmdir /S /Q C:$Windows.~WS
 

Sei vuoi un file .bat per automatizzare l’operazione è sufficiente che crei un file .bat con queste istruzioni (ho tratto le indicazioni dall'utente _Brian_N_ sul blog di Microsoft)
 
@echo off
@echo "This will delete the folder C:$Windows.~WS and C:$Windows.~BT after an update to reclaim space. Windows 10 only."
@echo ——————————–
@echo If you get message "The system cannot find the file specified" it means the folder is already deleted.
@echo ——————————–
PAUSE
RD /S /Q "C:$Windows.~WS"
RD /S /Q "C:$Windows.~BT"
@echo ——————————–
@echo All done
@echo ——————————–
PAUSE NULL
 

Autore
Claudio Panerai
Gli ultimi prodotti che vi ho portato, nel 2020: Vade Secure Il primo sistema antispam/antihishing/antimalware basato sull'intelligenza artificiale e appositamente progettato per Office 365. Naturalmente a misura di MSP. ID Agent Piaffaforma che consente agli MSP di monitorare le credenziali (proprie e dei clienti) che sono in vendita nel dark web.
Nato a Ivrea nel 1969, è sposato e padre di due figlie. Laureato in Scienze dell’Informazione nel 1993, ha dapprima svolto numerose consulenze e corsi di formazione per varie società per poi diventare responsabile IT per la filiale italiana del più grande editore mondiale di informatica, IDG Communications. Dal 2004 lavora in Achab dapprima come Responsabile del Supporto Tecnico per poi assumere dal 2008 la carica di Direttore Tecnico. Giornalista iscritto all’albo dei pubblicisti, dal 1992 pubblica regolarmente articoli su riviste di informatica e siti web di primo piano. E' stimato da colleghi e clienti per la schiettezza e onestà intellettuale. Passioni: viaggi, lettura, cinema, Formula 1, sviluppo personale, investimenti immobiliari, forex trading. Claudio è anche su LinkedIn e Facebook.
Commenti (2)

Ho provato ad eseguire i comandi singoli suggeriti ma in la risposta è stata che i file non esistono.
Ho creato un file .bat con le istruzioni elencate e il risultato è stato una riduzione dello spazio significativo ma non globale, circa 10GB su 25. Per moltissimi file l’accesso è negato. Suggerimenti?

Adelio Pederzini,

Adelio, tu sei amministratore della macchina? Se non lo sei prova a loggarti come amministratore e ripetere i comandi.

Claudio Panerai,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato, lo utilizzeremo solamente per inviarti la notifica della pubblicazione del tuo commento. Ti informiamo che tutti i commenti sono soggetti a moderazione da parte del nostro staff.