Soluzioni tecniche

Shadow Copy: percorso troppo lungo per poter copiare i file

06 Maggio 2015

L’introduzione delle copie shadow in Windows Server ha salvato un sacco di utenti dalla perdita dei dati. Infatti, grazie a questa funzionalità, il sistema esegue delle snapshot periodiche dei volumi selezionati, dalle quali è possibile ripristinare file e cartelle alla situazione in cui si trovavano in un momento precedente. Di default Windows schedula il processo alle 7.00 e alle 12.00 di ogni giorno, quando le shadow copy vengono abilitate. E’ possibile, ovviamente, personalizzare la schedulazione a proprio piacere.

Un piccolo problema che potrebbe insorgere, tentando di copiare file o cartelle da una shadow copy (che Windows indica come Versione precedenti cliccando con il tasto destro su una qualsiasi cartella e selezionando la voce Proprietà…) è che durante la copia questa si interrompa segnalando che il percorso di origine è troppo lungo.

Per risolvere il problema è possibile utilizzare il comando SUBST dal prompt dei comandi. Si tratta di un comando che sostituisce una lettera di unità ad un percorso, e quindi è possibile “comprimere” un percorso lunghissimo con una semplice X:

Nel dettaglio, per utilizzare SUBST è necessario procedere come segue: innanzitutto prendiamo la cartella di riferimento ed andiamo ad ispezionare le copie shadow, come da immagine che segue




Selezioniamo una delle copie, ad esempio quella delle 12.00, ed apriamola cliccando sul pulsante Apri…


Apriamo delle cartelle a casa all’interno di quella radice


Come si può vedere dall’immagine il percorso è molto lungo, soprattutto in presenza di molte sottocartelle:

\localhostC$inetpublogswmsvc (‎Oggi ‎13 ‎aprile ‎2015, ‏‎5 ore fa)

Vediamo quindi come accorciare il percorso.

Analizziamo le proprietà di una cartella qualsiasi e copiamo il percorso:


Ora apriamo un prompt dei comandi e scriviamo:

SUBST X: [percorso]

ad esempio:

SUBST X: \localhostC$@GMT-2015.04.13-10.00.11inetpub


Possiamo quindi controllare all’interno di Risorse del computer e verificare la comparsa dell’unità X:


Il percorso è quindi diventato, effettivamente, X:

Una volta terminata la copia potremo far sparire l’unità provvisoria con il comando:

SUBST X: /D

Ora non dovremmo più avere problemi di percorsi lunghi.

(Tratto da andreamonguzzi.it)

Autore
Andrea Monguzzi
Commenti (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato, lo utilizzeremo solamente per inviarti la notifica della pubblicazione del tuo commento. Ti informiamo che tutti i commenti sono soggetti a moderazione da parte del nostro staff.