Email

Spendere per risparmiare

23 Febbraio 2017

Il titolo può sembrare un ossimoro, ossia una contraddizione di termini: com'è possibile risparmiare spendendo? Te lo spiego con un esempio tratto dalla vita di tutti i giorni: il passaggio ad un altro operatore telefonico. 
 


Supponiamo che tu oggi abbia un contratto con l’operatore X e spenda 30€ al mese per il servizio. Ti chiama l’operatore Y e ti fa una proposta che ti fa spendere 20€ al mese, ma per accedere alla proposta devi pagare a Y 10€ di costo di attivazione e 10€ a X come penale per recedere dal contratto. Se vuoi andare a risparmiare a regime, devi spendere oggi… ma alla fine risparmi e ti conviene.
 
Sono partito da lontano lo so, ma ora arrivo al dunque.
Nella gestione della posta elettronica la questione non è molto diversa: lo dimostra la storia di un cliente al quale abbiamo risolto un po' di problemi nella memorizzazione degli archivi.

La sua azienda aveva un sistema di archiviazione di posta elettronica basato su server paralleli: per anni il sistema ha funzionato ma col tempo ha iniziato a mostrare i suoi limiti. Non ultimo il fatto che ormai l’archivio era arrivato a 1,3 TB!

Ma al di là dei limiti … sai quanto costa a un'azienda tenere e gestire 1,3 TB?
Te lo dico subito: tenere 1 TB di dati in linea a un'azienda costa 2.560€ all’anno.
In questa cifra c’è dentro tutto: costi di corrente, sistemi di backup, manutenzione, rotture hardware, ecc. (Se vuoi capire il modello con cui sono calcolati questi costi, ti segnalo una puntata di RadioAchab dove viene spiegato tutto nel dettaglio).
Ora io sento sempre dire: "non voglio spendere". Ok, ci sta. Ma buttare i soldi dalla finestra no.
 
Torniamo a noi: quest'azienda aveva 1,3 TB di archivi email in linea quindi solo per questa attività sosteneva un costo aziendale di 3.300€/anno circa. Per non parlare della difficoltà e complessità di gestire un sistema ormai giunto a fine corsa.

Il cliente davanti a questi chiari e semplici calcoli ha deciso di archiviare tutta la sua posta elettronica con Mailstore. Certo, ha pagato la sua brava licenza, ma ora l'archivio occupa 333 GB invece di 1,3 TB. E sai quanto costa (sempre utilizzando il modello di prima)  tenere 333 GB di archivio email? Sono 852 €/anno.

Non voglio fare i conti in tasca a nessuno, ma…
3.300 €/anno – 852 €/anno = 2.448 €/anno risparmiati!
 
Tante volte per risparmiare è necessario prima spendere!

Anche i tuoi archivi di posta elettronica occupano troppo spazio?
Prova a vedere come si riducono con MailStore: scarica la versione di prova gratuita per 30 giorni.

 Prova MailStore

Autore
Claudio Panerai
Gli ultimi prodotti che vi ho portato, nel 2020: Vade Secure Il primo sistema antispam/antihishing/antimalware basato sull'intelligenza artificiale e appositamente progettato per Office 365. Naturalmente a misura di MSP. ID Agent Piaffaforma che consente agli MSP di monitorare le credenziali (proprie e dei clienti) che sono in vendita nel dark web.
Nato a Ivrea nel 1969, è sposato e padre di due figlie. Laureato in Scienze dell’Informazione nel 1993, ha dapprima svolto numerose consulenze e corsi di formazione per varie società per poi diventare responsabile IT per la filiale italiana del più grande editore mondiale di informatica, IDG Communications. Dal 2004 lavora in Achab dapprima come Responsabile del Supporto Tecnico per poi assumere dal 2008 la carica di Direttore Tecnico. Giornalista iscritto all’albo dei pubblicisti, dal 1992 pubblica regolarmente articoli su riviste di informatica e siti web di primo piano. E' stimato da colleghi e clienti per la schiettezza e onestà intellettuale. Passioni: viaggi, lettura, cinema, Formula 1, sviluppo personale, investimenti immobiliari, forex trading. Claudio è anche su LinkedIn e Facebook.
Commenti (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato, lo utilizzeremo solamente per inviarti la notifica della pubblicazione del tuo commento. Ti informiamo che tutti i commenti sono soggetti a moderazione da parte del nostro staff.