Email

State finendo la spazio disco sul mail server?

30 Giugno 2014
Hai ricevuto questo messaggio dal tuo MDaemon?
 
“Lo spazio disco utilizzato dagli hard disk utilizzati da MDaemon ha oltrepassato una soglia prestabilita.
Le funzioni SMTP, DomaniPOP e Multipop sono state disabilitate. Devi far ripartire quei servizi dopo aver liberato un po’ di spazio”.
 
Se la risposta è si, vuol dire che l’hard disk su cui gira MDaemon.exe sta esaurendo lo spazio disponibile.

Il tuo MDaemon è configurato per monitorare lo spazio libero sul suo hard disk e se questo spazio supera una certa soglia, manda una mail al postmaster e disabilita i servizi TCP/IP. L’obiettivo di questo comportamento è prevenire che il processo lavori quando lo spazio sull’hard disk è esaurito.
 

Le impostazioni per questa configurazione sono raggiungibili cliccando su Setup – Preferenze e poi selezionando Disco.
 
Potresti voler monitorare l’utilizzo dello spazio disco con strumenti come i.Disk o Windirstat per capire quali directory stanno occupando più spazio. Di seguito troverai un elenco di quali directory, in genere, consumano la maggior quantità di disco:
 
  • MDaemon/users – qui è dove vengono memorizzate tutte le mail degli utenti. Se questa directory dovesse consumare troppo spazio, entra all’interno della directory a due livelli di profondità dove si trovano le cartelle di ogni singolo utente e controlla chi di loro sta consumando troppo spazio disco;
  • MDaemon/Backup – MDaemon è configurato per effettuare ogni notte backup dei file di configurazione e li copia in questa directory. Inoltre, ogni qualvolta viene effettuato un aggiornamento di MDaemon, una copia dell’intera cartella App insieme alla cartella SpamAssasin vengono copiati all’interno di una sottocartella di questa directory. MDaemon non cancella mai nessuno dei tuoi backup, quindi se non vengono cancellati da te continueranno ad accumularsi e a riempire spazio disco;
  • MDaemon/Logs – MDaemon memorizza tutti i file di log in questa cartella. Se opportunamente configurato, può comprimere i file piè vecchi in un file .ZIP e mettere questo file all’interno della sottocartella OldLogs . Anche in questo caso MDaemon non cancella nessun vecchio file di logs, così se non li cancelli manualmente continueranno ad accumularsi;
  • MDaemon/Public Folders/ – Questa è la directory dove tutti si trovano tutti i dati delle cartelle pubbliche (contatti, calendari, task, mail, documenti).

Le cartelle sopra elencate sono probabilmente quelle più colpevoli del consumo di spazio disco, ma se lo spazio fosse occupato da altre cartelle, allora si raccomanda di usare Windows Explorer o uno dei tool sopra citati ( i.disk e Windirstat) per identificare bene la causa di questo utilizzo di spazio.

 

Se i colpevoli dell’utilizzo di spazio sono i file di log o i vecchi backup zippati, puoi cancellarli o spostarli in un altro hard disk. Se i colpevoli sono le mail o le informazioni nelle cartelle Users o Public Folders, ci sarà bisogno di scoprire quali utenti stanno usando questo spazio e chieder loro di rimuovere quelle mail.
 
Puoi spostare le caselle di posta in un altro hard disk seguendo questa KB.
 
Per spostare i vostri log in un altro hard disk è necessario andare su Impostazioni > Impostazioni Server > Registrazione e cambiare il percorso con quello desiderato.
 
E’ possibile impostare lo sfoltimento per le mail vecchie (Impostazioni > Impostazioni server > Sfoltimento) per fare in modo che MDaemon rimuova mail che sono più vecchie di un certo numero di giorni.
 
Per evitare che gli utenti accumulino troppe mail nelle loro caselle di posta, è possibile attivare l’utilizzo delle quote per singolo utente. Quando si è nel menù di modifica account utente, cliccare su Quote nelle menu di navigazione sulla sinistra.
 
Possono essere impostati un numero massimo di messaggi che si possono memorizzare in una volta e/o la quota massima di disco consentita per ogni singolo utente.

(Tratto dal blog di MDaemon)

 
 
Autore
Claudio Panerai
Gli ultimi prodotti che vi ho portato, nel 2020: Vade Secure Il primo sistema antispam/antihishing/antimalware basato sull'intelligenza artificiale e appositamente progettato per Office 365. Naturalmente a misura di MSP. ID Agent Piaffaforma che consente agli MSP di monitorare le credenziali (proprie e dei clienti) che sono in vendita nel dark web.
Nato a Ivrea nel 1969, è sposato e padre di due figlie. Laureato in Scienze dell’Informazione nel 1993, ha dapprima svolto numerose consulenze e corsi di formazione per varie società per poi diventare responsabile IT per la filiale italiana del più grande editore mondiale di informatica, IDG Communications. Dal 2004 lavora in Achab dapprima come Responsabile del Supporto Tecnico per poi assumere dal 2008 la carica di Direttore Tecnico. Giornalista iscritto all’albo dei pubblicisti, dal 1992 pubblica regolarmente articoli su riviste di informatica e siti web di primo piano. E' stimato da colleghi e clienti per la schiettezza e onestà intellettuale. Passioni: viaggi, lettura, cinema, Formula 1, sviluppo personale, investimenti immobiliari, forex trading. Claudio è anche su LinkedIn e Facebook.
Commenti (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato, lo utilizzeremo solamente per inviarti la notifica della pubblicazione del tuo commento. Ti informiamo che tutti i commenti sono soggetti a moderazione da parte del nostro staff.