Soluzioni tecniche

Utilizzo memoria su Firefox: come limitarlo

24 Aprile 2014
Firefox è un ottimo browser, personalizzabile attraverso moltissime estensioni.
Chi lo usa però spesso si lamenta del consumo di RAM, che a volte, in presenza di molte schede aperte e varie estensioni installate, può arrivare in casi limite anche al GB.
Se cerchiamo soluzioni ufficiali per contenere l’uso di memoria, sul wiki troviamo:
  • limitare il numero di schede aperte;
  • limitare e controllare il numero di estensioni installate.
La prima lascia il tempo che trova, visto che di norma le schede che teniamo aperte sono quelle che ci servono (e se così non fosse, vedremo in un altro articolo cosa possiamo fare).

La seconda invece è più significativa. Le estensioni di Firefox sono scritte da sviluppatori non legati alla Mozilla Foundation, pertanto spesso hanno controlli di qualità non paragonabili a quelli del browser.
Spesso sono gli add-on a introdurre memory leak e bug nel browser. Quindi valutiamo bene cosa ci serve davvero e rimuoviamo il superfluo.
Inoltre, essi utilizzano il working set di memoria di Firefox, quindi se installiamo varie estensioni che, ad esempio, salvano le pagine che visualizziamo o la cronologia di navigazione, ecco che il consumo di RAM s’impennerà

Proprio la cronologia mi dà lo spunto per condividere un trucco da utilizzare nel caso in cui anche le soluzioni qui sopra non servano.
Per impostazione predefinita, Firefox mantiene nell’history del pulsante Torna indietro di una pagina fino a 50 pagine per ogni scheda, il tutto parcheggiato in RAM.
Anche se la funzionalità è utilissima, sfido a trovare qualcuno cui serva una tale profondità di salvataggio. Per diminuirla, è sufficiente digitare nella barra degli indirizzi:
 
about:config.

Quindi, dopo aver detto a Firefox che non faremo danni, cercare la riga:
 
browser.sessionhistory.max_entries

e diminuire il valore a destra. 
 



Impostando il valore a 10, l’utilizzo di RAM, mantenendo invariato il numero e la tipologia delle estensioni installate, si è dimezzato.
Autore
Furio Borsi
Si appassiona al mondo digitale fin da bambino, con il glorioso Commodore 64, sul quale si diverte a scrivere semplici programmi in Basic e modificare giochi. Nel 1990 riceve in regalo il suo primo PC (i386), seguito un paio d'anni dopo da un i486dx. In questi anni affina le sue attitudini al problem solving, scassando hardware e software e divertendosi a rimetterlo a posto. ;) Diventa così "quello che se ne capisce" per i suoi familiari e amici, arrivando a collaborare con alcuni studi professionali per la gestione del parco macchine e dei server Windows. Finito il liceo, studia DAMS con indirizzo multimediale a Bologna e Imperia. Nel 2002, dopo un anno sabbatico a Londra, lavora come sviluppatore junior in un'azienda che produce software per database territoriali in ambito Pubblica Amministrazione. In questo periodo si avvicina con passione a problematiche sistemistiche e di network management su reti estese. Nel 2007 entra a far parte dello staff di Achab, per cui si occupa di formazione e supporto, in particolare riguardo a Kaseya, e gestione del parco macchine e della rete.
Commenti (1)

… provo oggi! se non mi risentite vuol dire che funziona…..

Arnaldo Vecchi,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato, lo utilizzeremo solamente per inviarti la notifica della pubblicazione del tuo commento. Ti informiamo che tutti i commenti sono soggetti a moderazione da parte del nostro staff.