Soluzioni tecniche

Windows 10: Come aggiungere o rimuovere l’avvio automatico di applicazioni per l’utente corrente

14 Ottobre 2015

Per quanto possa apparire antiquato in molti casi è ancora utile avere l’avvio di una particolare applicazione alla login del utente
Fino al sistema operativo Microsoft Windows 7 la cartella di avvio automatico era facilmente localizzabile nell’elenco dei programmi, ora da Microsoft Windows 8.x tale cartella esiste, ma non è più visibile attraverso un menu diretto.
 
Andiamo quindi a vedere come raggiungere e usare questa cartella con il recente sistema operativo Windows 10, tenendo presente che tale procedura è quella adottata già per la precedente versione 8.x.
 
Cosa è bene non fare
 
Per quanto questo metodo di avvio delle applicazioni possa rendere comoda la vita del utente, è bene prestare attenzione a cosa si manda in esecuzione durante la login, al fine di evitare di rallentare l’apertura del desktop congestionando le risorse della macchina, oltre che rischiando di avere un programma aperto e mal funzionante.
 
Questo modo di avvio può essere utile per mandare in esecuzione delle applicazioni che lavorano in background, come ad esempio, per dirne una a caso, il monitor del software di masterizzazione. . Oppure per avviare alcuni programmi su macchine non presidiate e che si spengono e accendono in modo automatico.
 
Nella mia esperienza mi è capitato di vedere posti nella partenza automatica tutti i programmi usati dall’utente nella giornata, in ordine sparso: Outlook, Word, Excel, Internet Explorer, Google Chrome, accesso al gestionale e qualche altra cosa.
 
Con molta calma il computer mandava tutto in esecuzione, ma regolarmente ricevevo la segnalazione:
 
Così non si può lavorare, il computer è lento!
 
Ma forse ad essere lento non è il computer …
 
Ma passiamo oltre.
 
Dove si trova l’esecuzione automatica?
 
La cartella di esecuzione all’avvio dei programmi per l’utente che si sta collegando è stata posizionata nel percorso:
 
%appdata%MicrosoftWindowsStart MenuProgramsStartup

 


Run program

 
 
Che può essere comodamente raggiunta attraverso la finestra di avvio, che si apre con la scorciatoia da tastiera win+r, nella casella digitare il comando:
 
shell:startup
 
che apre direttamente la finestra nella cartella di interesse.
 
A questo punto è possibile copiare o creare al suo interno il link al programma da eseguire, oppure rimuoverne uno esistente.
 
Buon lavoro!

(Tratto dal blog di Emilio Polenghi)

Autore
Emilio Polenghi
Commenti (11)

A me parte l’aggiornamento di wa e nonostante io non accetto le condizioni la videata di aggiornamento della versione mi si ripropone ad ogni avvio. Ho provato con F8 ma nemmeno la provvisoria parte. Cosa posso fare.?

Valter Ravera,

non funziona su windows 10 la cartella esecuzione automatica, bisogna agire da registro. provato con real temp speedfan rocketdock…

ale belli,

Ciao Ivo, potrebbe dipendere dal programma che intendi lanciare, ad esempio se dipende dalla disponibilità della rete o da altri servizi potrebbe non partire.
Puoi dirmi qualcosa di più?

Emilio Polenghi,

Ciao, ho provato la procedura descritta ma all’avvio di windows 10 non carica il programma che avevo messo.

Ivo Fogliati,

Giuseppe Geraci, in realta è corretto perchè la cartella %appdata% punta già ad AppData/Roaming.

Mauro Valvano,

Il percorso che segnali è ERRATO….manca ROAMING.,,, 😉

Giuseppe Geraci,

Salve,
Ho utilizzato il comando Shell:Startup e mi apre in effetti la cartella desiderata dove trovo Skype come mi aspetto ma non trovo la app che ho recentemente installato e vorrei che NON partisse in automatico come purtroppo avviene ad ogni avvio. Mi potete dare un suggerimento per cortesia?

Grazie

Davide Oresoli,

Buongiorno
Potrebbero partire come servizi o con istruzioni nei registri.
Con Cortana cerchi "Gestione attività" e lo esegua, nella linguetta "Avvio" sono elencati tutti i programmi che partono all’avvio del computer o che potrebbero partire, Da li selezioni il programma e prema disabilita.

Emilio Polenghi,

Il percorso funziona, ma non se bisogna aprire ad esempio un file che richiede il controllo utente… in questi casi come si può fare ? Grazie

Pippo Franco,

@Franco, se intendiamo un’applicazione che chiede una conferma di esecuzione non ci sono soluzioni, salvo ricorrere a strumenti di automazione più sofisticati, sempre che l’applicazione permetta di aggirare il controllo utente. In alcuni casi può bastare l’uso dello schedulatore, dando i permessi di esecuzione elevati. Se l’applicazione chiede parametri potrebbe esserci un file di configurazione da modificare, se si tratta di uno script dipende da cosa deve fare.
Volendo farsi del male, nel caso di conferma di esecuzione, si possono abbassare i permessi di protezione del utente, cosa che non farei mai.
Non c’è una risposta valida per tutti i casi.

Emilio Polenghi,

ok grazie col comando "Shell:Startup" mi si apre la cartella dell’avvio automatico, ho trovato un solo programma che ho subito cancellato, perchè di un gioco di nonn mio interesse, ma il programma che volevo un mi partisse all’avvio "Skype" non era nella lista.

Giorgio Sajeva,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato, lo utilizzeremo solamente per inviarti la notifica della pubblicazione del tuo commento. Ti informiamo che tutti i commenti sono soggetti a moderazione da parte del nostro staff.