Soluzioni tecniche

Windows 8, Hyper-V Server e Windows XP

05 Marzo 2014

Come abbiamo detto, Windows XP ha quasi raggiunto l’età della pensione e dall'8 aprile 2014 Microsoft cesserà ogni supporto.
Purtroppo in azienda ho ancora delle applicazioni che funzionano solo su questa vecchia distribuzione e non sono più modificabili per lavorare con Windows 8.x.

 
Come posso fare?
 
Microsoft rende disponibile nelle versioni di Windows 8.x Pro ed Enterprise a 64bit il virtualizzatore Hyper-V, senza costi di licenza aggiuntivi. Avete capito bene: è gratis nel sistema operativo.
La sua presenza ci permette di integrare il vecchio XP Mode di Windows 7 con il nuovo sistema operativo e quindi di usare temporaneamente le nostre vecchie applicazioni, anche con RDP invece della console di Hyper-V.
 
"Hyper-V non è presente nel mio sistema operativo. Perchè?"

Si tratta di un’opzione da attivare, e lo si fa passando dal pannello di controllo -> Programmi -> Programmi e funzionalità -> Attivazione e disattivazione delle funzionalità di Windows.


Funzionalità Windows


Nel pannello cercare la voce Hyper-V ed esploderla completamente, quindi spuntarla per attivarne l’installazione.
A questo punto controllare che tutte le voci vengano attivate, quindi premere OK e attendere che il setup si concluda.
Cercando Hyper-V dal menu Start potete aprire la console di gestione per creare le vostre macchine virtuali.

Perché la voce Piattaforma Hyper-V non viene attivata nella scelta delle funzionalità?
 
Passando con il mouse sopra la voce bloccata avete modo di leggere il motivo di questo blocco: "Funzione di virtualizzazione disabilitata nel firmware".
In tal caso riavviate il computer ed entrate nella configurazione del BIOS, dove dovete cercare e abilitare il supporto di virtualizzazione del processore.
 
Dove trovo la macchina virtuale di XP?
 
Se avete già in uso XP Mode su dei computer Windows 7  potete recuperare il package del WindowsXPMode già in uso, in caso contrario potete scaricarlo direttamente dal sito di Microsoft.
Per poter scaricare il package dovete eseguire un tool di Microsoft per determinare se siete in possesso di un sistema operativo con licenza valida.
 
Come attivo la macchina virtuale di XP?
 
Dobbiamo a questo punto recuperare il disco virtuale di XP, che si trova nel pacchetto che abbiamo scaricato.
Per farlo, lo scomprimiamo usando un tool come 7zip.
Aprendolo troviamo la cartella Sources in cui dobbiamo entrare per trovare il file compresso xpm.
Dal suo interno estraiamo il solo file VirtualXPVHD, che andremo a salvare nella posizione del disco che ospiterà le nostre macchine virtuali.
Per poterlo usare dobbiamo rinominare il file in VirtualXP.VHD, che è il formato delle macchine virtuali Hyper-V di prima generazione.
Possiamo ora aprire la console di Hyper-V e creare la nostra macchina virtuale e i suoi elementi hardware, andando quindi ad agganciare il file VirtualXP.VHD.
A questo punto abbiamo il nostro XP Mode per Windows 8.x.
 
Attenzione alle licenze
 
Per quanto Hyper-V sia utilizzabile senza restrizioni, bisogna però tenere conto del fatto che la versione XP Mode del sistema operativo è licenziata per operare nel cotesto di Windows 7.
Quindi una volta attivata su Windows 8.x richiede l’inserimento di una chiave di attivazione, che ovviamente non esiste.
Questo rende l’ambiente usabile per un periodo di 30 o 90 giorni, in base al tipo di macchina virtuale scaricata da Microsoft.
Il problema delle licenze è risolvibile se si dispone di un pacchetto di installazione retail di Windows XP, che è installabile su qualsiasi tipo di ambiente, con l’avvertenza di caricare anche il Service Pack 3.

Autore
Emilio Polenghi
Commenti (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato, lo utilizzeremo solamente per inviarti la notifica della pubblicazione del tuo commento. Ti informiamo che tutti i commenti sono soggetti a moderazione da parte del nostro staff.